Site Loader

Intensa e entusiasmante l’ultima performance del nostro MARRtino Rover

I ragazzi hanno vinto

Rinnoviamo i complimenti a tutte le squadre per aver partecipato alla “MARRtino Hackathon”. Il task era quello di trovare tracce di vita sul suolo marziano di ALTEC , centro di eccellenza italiano in materia di spazio. Per svolgere correttamente la missione richiesta le squadre dovevano programmare MARRtino utilizzando comandi python, monitorare i movimenti tramite la camera del rover, superare gli ostacoli e trovare il maggior numero possibile di tag che simboleggiavano le tracce di vita su Marte. Il tutto da remoto, con un semplice browser e un indirizzo ip stabilita la connessione con il rover è pronto per essere “comandato”. In alto un collage di foto per immortalare la gara: qualche foto delle squadre che hanno partecipato e delle pose atletiche “ordinate “al nostro MARRtino nell’intento di superare alcuni ostacoli naturali disseminati sul terreno. Disponibile anche un piccolo video di MARRtino in azione: MARRtino Hack

Programma.

Intenso e entusiasmante il programma MARRtino Rover Hackathon. Nel primo giorno è stata proposta un’interessante presentazione su ExoMars Mission di Francesca Altieri, ricercatrice dell’ INAF La sonda progettata per l’esplorazione del pianeta Marte è stata sviluppata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) in collaborazione con Agenzia Spaziale Russa (Roscosmos). Nel pomeriggio un giro virtuale fantastico ad ALTEC. Si è potuto ammirare e capire un po’ di più di come è complicato e minizuoso la preparazione di una missione. Subito dopo una breve presentazione di MARRtino per poi spiegare come e in cosa consisteva la prova, dalla teoria ai fatti. Il prof Iocchi del DIAG ha presentato e risposto alle varie domande sorte. Il secondo giorno le ultime curiosità o dubbi dei ragazzi sono stati chiariti. Il pomeriggio si è entrati nel clou: la gara vera e propria ha inizio. Durante i 10 minuti a disposizione per individuare tracce di vita il pilota affiancato dal presentatore aveva il compito di commentare cosa accadeva nell’arena mostrando le proprie capacità espositive gestendo la tensione e l’adrenalina tipica di queste situazioni.La Giuria di questa edizione, era composta da : Germana Galoforo responsabile Ufficio Education dell’ ASI , Paola Bortolon presidente dell’ ANISN e Clara Cruz,ESERO & European STEM Education Projects Coordinator ESA . Autorevoli personalità da sempre impegnate nel promuovere iniziative di carattere educativo. Attente e incuriosite per le performance hanno anche premiato i vincitori.

Partecipanti

Dieci le squadre partecipanti:

Creatività.

Tutti i team hanno lavorato bene creando loghi ad hoc riportati nella foto. Hanno cosi’ dimostrando una buona dimestichezza con i tool di grafica senza ovviamente trascurare la fantasia che certo alle giovani menti non manca.

Grazie a tutti per aver permesso che questa gara potesse avere luogo.

Per informazioni: info@esero.it

Approfondimenti su MARRtino https://www.marrtino.org