ESERO ITALIA: insegna, impara, vola in alto con lo Spazio

Materia: Chimica

ESTRARRE ACQUA SUL GHIACCIO LUNARE

In questa risorsa gli studenti impareranno a conoscere i cambiamenti di stato della materia usando l’acqua sulla Luna come esempio. Interpreteranno i dati di un grafico di pressione – temperatura dell’acqua per parlare di come i cambiamenti di stato sono diversi sulla Luna rispetto a quelli a cui siamo abituati sulla Terra. Metteranno quindi a confronto due metodi per separare le miscele, nel contesto dell’estrazione dell’acqua dal suolo lunare. Verranno forniti blocchi analoghi del suolo lunare già preparati in modo che i ragazzi possano confrontare la semplice distillazione con la filtrazione per decidere quale è più efficiente sulla Terra e quale sulla Luna.

Read More »

MATERIALI PER SATELLITI. SCOPRIAMO LE VARIE PROPRIETÀ DEI MATERIALI

Il kit di materiali satellitari dell’ESA comprende un set di risorse per determinare quali sono le proprietà migliori per uso satellitare. L’attività proposta usa la metodologia dell’Inquiry Based Science Education Learning. La sfida per gli studenti consiste nell’ identificare i materiali del kit e determinare quello migliore per costruire parte degli schermi della navicella Orion. Per effettuare il compito assegnato, si incoraggiano gli studenti a sviluppare i loro esperimenti per testare le proprietà dei materiali inclusi nel kit, come la densità, la resistenza agli urti, le proprietà magnetiche e la conducibilità elettrica e termica.

Read More »

ENERGIA DALL’ACQUA – COME PRODURRE OSSIGENO E IDROGENO SULLA LUNA

Per questa risorsa sono previste tre attività. Gli studenti impareranno l’elettrochimica. Inizieranno col costruire un Volta Pila – una semplice batteria. Questa invenzione ha segnato l’inizio dell’elettrochimica. Poi sarà la volta dell’elettrolisi. L’elettrolisi utilizza la corrente elettrica per dividere l’acqua nei suoi componenti: idrogeno e ossigeno. Questi prodotti possono essere usati come propellenti per veicoli spaziali e / o per fornire ossigeno a supporto di un equipaggio. Nell’ultima attività, gli studenti esamineranno e useranno una cella a combustibile.

Read More »

CUCINIAMO UNA COMETA

Le comete sono considerate capsule del tempo contenenti informazioni sulle condizioni del Sistema Solare primordiale. Per poter capire cosa sono le comete, da dove provengono e la loro influenza sull’evoluzione della Terra, è necessario scoprire che tipo di materia contengono. Questa attività, composta da una dimostrazione per l’insegnante, un’attività pratica per gli studenti insieme ad una discussione conclusiva, fornisce una visione dei costituenti chimici delle comete. Sono incluse anche una discussione e un’attività extra che esaminano i processi di impatto sulla Terra e calcolano l’energia cinetica coinvolta.

In questa attività insegnanti e studenti simulano il nucleo di una cometa in classe. Gli ingredienti utilizzati rappresentano con precisione il materiale che si trova nel nucleo reale di una cometa, come risulta dagli studi spettroscopici combinati con i dati raccolti durante i flyby dei veicoli spaziali intorno a varie comete.

Read More »

CAPOLAVORI DALLO SPAZIO – RISORSA STEAM

Ciò che sta emergendo nella formazione di nuove figure professionali, è la necessità di promuovere competenze trasversali che riescano a connettere quelle scientifico-tecnologiche alle umanistico-relazionali, in modo da poter dar vita a una professionalità completa e di qualità. Per questo motivo, alle discipline scientifiche e tecnologiche, è opportuno affiancare l’apprendimento di discipline artistiche che, come è emerso anche da una serie di studi recenti, sono utili per formare una professionalità completa, essendo complementari e trasversali alle altre. È arrivato dunque il momento di far entrare anche le discipline artistiche tra quelle su cui puntare maggiormente, e di modificare l’acronimo STEM, trasformandolo in STEAM dove la A sta per arte o tutto (dall’inglese All).

In questa attività gli studenti prendono confidenza con immagini della Terra e dello Spazio ottenute a diverse lunghezze d’onda con lo scopo di riflettere sulle diverse informazioni che queste offrono agli scienziati. La consultazione dei siti web appositi offre agli studenti la possibilità di conoscere le molteplici dinamiche che concorrono alla programmazione delle missioni scientifiche. Segue la parte più artistica e pratica dell’attività con la realizzazione da parte di ciascuno studente della stampa fotografica di un’immagine dallo Spazio con la tecnica della cianotipia.

Read More »