ESERO ITALIA: insegna, impara, vola in alto con lo Spazio

Tipologia: Scheda studenti

PUÒ ESISTERE LA VITA IN AMBIENTI ALIENI?

In questa attività gli studenti prenderanno in considerazione se i viventi ritrovati negli ambienti estremi terrestri possono sopravvivere altrove nel Sistema Solare. Gli studenti esamineranno differenti luoghi nel Sistema Solare e poi utilizzeranno le schede che riportano le principali caratteristiche di alcuni organismi estremofili per fare ipotesi su quali di essi possano essere in grado di sopravvivere in differenti ambienti extra-terrestri .

Read More »

MATERIALI PER SATELLITI. SCOPRIAMO LE VARIE PROPRIETÀ DEI MATERIALI

Il kit di materiali satellitari dell’ESA comprende un set di risorse per determinare quali sono le proprietà migliori per uso satellitare. L’attività proposta usa la metodologia dell’Inquiry Based Science Education Learning. La sfida per gli studenti consiste nell’ identificare i materiali del kit e determinare quello migliore per costruire parte degli schermi della navicella Orion. Per effettuare il compito assegnato, si incoraggiano gli studenti a sviluppare i loro esperimenti per testare le proprietà dei materiali inclusi nel kit, come la densità, la resistenza agli urti, le proprietà magnetiche e la conducibilità elettrica e termica.

Read More »

L’EFFETTO SERRA E LE SUE CONSEGUENZE

Questo set di attività include esperimenti laboratoriali e l’interpretazione di immagini per comprendere meglio gli effetti complessivi del cambiamento globale. Nell’attività 1 gli studenti realizzeranno un modello per dimostrare in cosa consiste l’effetto serra, mostrando che un livello più alto di biossido di carbonio (CO2) comporta una maggiore temperatura. L’esperimento sarà completato dall’ interpretazione di immagini da satellite relative ai livelli di CO2 in differenti periodi di tempo. Gli studenti apprenderanno come alcune delle conseguenze dell’aumento dell’effetto serra: lo scioglimento dei ghiacci e il cambiamento dei valori di albedo. Gli studenti esploreranno questi argomenti nelle attività 2 e 3.

Read More »

ATTERRARE SULLA LUNA

In questa serie di attività gli studenti progetteranno, disegneranno e costruiranno un modulo di atterraggio che assicuri la sopravvivenza dell’equipaggio (nella forma di un astro-uovo) atterrando sulla Luna. Studieranno quali fattori vadano considerati atterrando sulla Luna invece che sulla Terra. Gli studenti dovranno considerare i fattori di rischio e la gestione di un budget nel loro progetto.

Read More »

ORSETTI SPAZIALI

In questo set di attività sperimentali gli studenti indagheranno sulla capacità di sopravvivenza dei Tardigradi, anche noti come orsetti d’acqua. Esploreranno come raccogliere i Tardigradi e in quali condizioni estreme possono essere simulati in laboratorio. Esporranno i Tardigradi a queste condizioni estreme e dedurranno in quali ambienti possono sopravvivere. Lo scopo dell’ attività è testare la resilienza degli Orsetti d’acqua a condizioni ambientali estreme per poi collegare la loro capacità di adattamento all’amibiente spaziale. Prima di iniziare questo lavoro sarebbe utile aver già completato la seguente risorsa: Potrebbe la vita sopravvivere in ambienti alieni? Quest’ultima getta le basi dei concetti introduttivi di una possibile vita in ambienti estremi.

Read More »

GHIACCIO MARINO DALLO SPAZIO – STUDIO DEL GHIACCIO MARINO ARTICO E IL SUO LEGAME CON IL CLIMA

Nelle seguenti attività gli studenti studieranno il ghiaccio marino artico. Impareranno dove sul nostro pianeta è possibile trovare il ghiaccio marino e attraverso i dati satellitari sia aggiornati che in archivio analizzare la concentrazione di ghiaccio marino nell’Artico. Questa attività si occupa di uno degli indicatori più importanti che gli scienziati hanno per studiare il cambiamento climatico e le sue possibili conseguenze.

Read More »

DIFESA PLANETARIA

In questa attività gli studenti conosceranno le attività della Conferenza di Difesa Planetaria che si tiene ogni 2 anni. Gli studenti, divisi in gruppi, si caleranno nella parte degli scienziati e dovranno risolvere problemi legati alla matematica, alla fisica e alla geologia relativi a un corpo celeste che potrebbe impattare la Terra. Gli studenti useranno pseudo carte da gioco predisposte per ricoprire i ruoli assegnati e risolvere i problemi relativi alla problematica di studio.

Read More »

SCIENZA DELLA TUTA SPAZIALE

In questa risorsa troverete una attività divertente: quale materiale consigliano di utilizzare i vostri studenti per produrre il guanto di una tuta spaziale?

Questa attività, divisa in 4 fasi, aiuterà voi e i vostri studenti nella pianificazione ed esecuzione di un esperimento volto a testare le proprietà di diversi materiali.

Read More »

CUCINIAMO UNA COMETA

Le comete sono considerate capsule del tempo contenenti informazioni sulle condizioni del Sistema Solare primordiale. Per poter capire cosa sono le comete, da dove provengono e la loro influenza sull’evoluzione della Terra, è necessario scoprire che tipo di materia contengono. Questa attività, composta da una dimostrazione per l’insegnante, un’attività pratica per gli studenti insieme ad una discussione conclusiva, fornisce una visione dei costituenti chimici delle comete. Sono incluse anche una discussione e un’attività extra che esaminano i processi di impatto sulla Terra e calcolano l’energia cinetica coinvolta.

In questa attività insegnanti e studenti simulano il nucleo di una cometa in classe. Gli ingredienti utilizzati rappresentano con precisione il materiale che si trova nel nucleo reale di una cometa, come risulta dagli studi spettroscopici combinati con i dati raccolti durante i flyby dei veicoli spaziali intorno a varie comete.

Read More »

CAMERA A NEBBIA E RAGGI COSMICI

La camera a nebbia è una scatola preparata in modo da potere rilevare particelle cariche e radiazioni. In questa attività, una camera a nebbia è utilizzata per potere osservare particelle alfa e beta, le cariche prodotte dal decadimento radioattivo del Torio-232. Gli studenti potranno osservare le tracce di condensazione lasciate dalle scie che le particelle cariche lasciano nella camera, e impareranno a identificare le particelle basandosi sulle proprietà del percorso. Le tracce lasciate dai raggi cosmici possono essere viste nella camera a nebbia, e questo può essere un buon punto di inizio per lo studio dei raggi e della loro deviazione da parte del campo magnetico terrestre.

Read More »